Israele e Palestina : La storia facile in 10 righe o più

giovedì 29 novembre 2012

Conflitto Israelo - Palestinese

  

  Riassunto del conflitto Israelo - Palestinese


La guerra tra Palestina ed Israele non può essere certo riassunta in 10 righe, ma possiamo cercare comunque di riassumere questi cinquanta anni di conflitto tra Israele e Palestina in un utile articolo di facile lettura.


L'inizio del conflitto tra Palestina ed Israele

  • Tutto ebbe inizio nel lontano 1898, quando vide la luce il primo movimento Sionistico Internazionale, fondato a Ginevra da Teodoro Herzl, con l'unico scopo se non quello di riportare gli Ebrei sparsi per il mondo in Palestina, la loro " terra promessa ".Per il movimento Sionistico infatti, basta essere ebrei per accaparrarsi il diritto di cittadinanza nel futuro stato Israeliano.Durante questi anni, la Palestina era sotto il dominio Ottomano ed era una terra arida e deserta, dove i suoi pochi abitanti vivevano di agricoltura e pastorizia.

                               

   Le guerre mondiali e la migrazione Ebrea

  • Inizia la prima Guerra Mondiale, gli Inglesi schiacciano il povero Impero Ottomano e nel 1923 prendono il comando anche della Palestina.Finisce la prima Guerra Mondiale e mentre il mondo si accinge ad iniziare la seconda, alcuni Ebrei iniziano il loro viaggio verso la Palestina, un viaggio pacifico dove inizialmente furono ben accolti dai Palestinesi.Con il dominio Inglese, il movimento Sionista crebbe a dismisura grazie anche all'appoggio degli stessi inglesi che non poserò un limite ai flussi migratori attraverso la dichiarazione di Balfour, secondo cui tutti gli Ebrei avevano il diritto di costituire un "focolare" nazionale Ebraico.Finisce la seconda guerra mondiale ed il flusso migratorio ebraico si allarga a dismisura e diventa insopportabile per i Palestinesi.


I primi conflitti tra Israele e Palestina

  • Vista l'insostenibile situazione della Palestina, l'Onu, decide nel 1947,  la spartizione della Palestina in due stati separati, uno Arabo ed uno Israeliano.I Palestinesi, giustamente, si ribellano a questa iniqua decisione ed iniziano i primi conflitti a fuoco.Nel 1948 nasce lo Stato d'Israele e con la sua nascita inizia una vera e propria guerra tra i due paesi, da una parte il nascente Stato d'Israele, dall'altra tutta la Lega Araba.



Interventi Onu e guerre consecutive

  • Nonostante sia ancora " neonato " il nuovo stato d'Israele, già molto più ricco e meglio armato rispetto alla Palestina, sbaraglia il suo avversario su tutti i fronti.I primi scontri terminano nel 1949 grazie all'intervento dell'Onu, forse tardivo, infatti Israele, già nel 1949 aveva conquistato il 70% della Palestina.Nel 1956 si riaccendono le ostilità, questa volta tra Israele ed Egitto, si succedono poi altri conflitti devastanti, in particolare ricordiamo la guerra dei Sei Giorni e la guerra del Kippur, dove sono sempre gli Israeliani a vincere, arrivando con le truppe quasi al Cairo, anche questa volta, solamente l'intervento dell'Onu riesce a fermare altri inutili spargimenti di sangue.


La situazione moderna

  • Nel 1964 nasce l'OLP che viene riconosciuto come "ente" rappresentante del popolo Palestinese.Nel 1988 l'OLP riconosce lo stato d'Israele, ma proclama unilateralmente lo Stato Indipendente di Palestina.Israele schiera carri armati, i Palestinesi, non avendo armi sufficientemente tecnologiche iniziano a pianificare atti terroristici su larga scala.
  • Nel 1993, l'Onu, attraverso la " risoluzione 242 " obbliga Israele a restituire e a ritirarsi da tutti i territori Palestinesi occupati , ma Israele non si ritira.Sempre nel 1993,  attraverso gli accordi di Oslo, viene stabilita una data per la " risoluzione 242 " : Tutti i territori occupati dovranno essere restituiti entro 5 anni.
  • Ad oggi, la risoluzione 242 è scaduta e più del 50% dei territori indicati nella risoluzione Onu sono ancora occupati da Israele.
  • Israele oggi, conta un PIL di 150 mila miliardi di dollari, la Palestina conta un PIL di  2400 milioni di dollari.
  • In questi giorni all'Onu,  si discute un importante progetto che prevede il riconoscimento da parte delle Nazioni Unite della Palestina come stato " Osservatore " che comporterebbe non il riconoscimento dello Stato Palestinese vero e proprio ma alcuni vantaggi come la partecipazione al programma alimentare comune e a quello della sanità.Nonostante gli sforzi dell'Onu, il mondo è spaccato dalla questione Palestinese e mentre Germania e Inghilterra annunciano il veto sulla proposta della Palestina come Stato Osservatore, i Palestinesi accusano Abu Mazen ( il loro portavoce ) di essere troppo moderato, mentre gli Israeliani minacciano di recidere dagli accordi di Oslo nel caso la situazione non trovasse soluzione al più presto.

85 commenti:

  1. Anonimo ha detto...:

    Palestina libera ora !

  1. Anonimo ha detto...:

    D'accordo su (quasi) tutto. Ma hai preso un abbaglio pazzesco . ilmovimento sionista nasce a Ginevra ad opera dell'ebreo ungherese Teodoro Herzl. Tu hai fato una strana miscela fra Ginevra (la città) e il nome di Herzl! Pazienza, guradiamo ai contenuti.

  1. Federico Bonesi ha detto...:

    Hai ragione, avrei voluto scrivere " A Ginevra da Teodoro e ho scritto a Teodoro da Ginevra " .


    Corretto e modificato.

    Grazie Anonimo !

  1. Davide Zottoli ha detto...:

    I Palestinesi, GIUSTAMENTE, si ribellano a questa iniqua decisione ed iniziano i primi conflitti a fuoco. Anche io sono pro-Palestina, eppure nella presentazione di questo blog si parla di oggettività, apoliticità e neutralità: i giudizi non andrebbero esclusi?

  1. Davide Zottoli ha detto...:

    [*Ho dimenticato le virgolette nella citazione]

  1. Federico Bonesi ha detto...:

    Caro Davide, grazie per il commento.

    Hai ragione, su un testo di 400 e passa parole, ho scritto una ed una sola parola che potrebbe avere una parvenza di soggettività.


    Però questo blog deve essere sempre e comunque il faro della neutralità e della vera informazione oggettiva, in ogni caso, piccolo o grande "errore" che sia.La difficoltà che rimane sempre è di cercare di rendere l'articolo il più interessante possibile limando il grigiore dell'oggettività.

    Grazie mille

  1. Irene Pasquetto ha detto...:

    - gli Inglesi schiacciano il povero Impero Ottomano - Anche "il povero" non è oggettivo. Scrivendo così temo che facciate più male che bene alla questione palestinese. Sono anch'io pro-palestina ma credo che dobbiate rivedere un attimo lo stile di scrittura, fare informazione implica l'oggettività più assoluta, altrimenti non si è credibili. Ci sono altri stratagemmi per rendere i post accattivanti...forza e coraggio cmq, buon lavoro!

  1. Irene Pasquetto ha detto...:

    ah, complimenti per l'idea del blog, mi piace molto. Corretto un attimo il tiro sullo stile credo che possa essere un bel progetto. :)

  1. gaspare moscato ha detto...:

    Free Palestina!!!

  1. Anonimo ha detto...:

    iniqua israele e inique tutte quelle nazioni che appoggiano questo modo di fare arrogante e malvagio di israele. Bestie!

  1. Anonimo ha detto...:

    scusate , sono un 16enne interessato alla questione ... ma perchè definite "giusto" il comportamento della Palestina che ha reagito con le armi , nonostante ci fosse un accordo che prevedeva che tutti gli ebrei potessero emigrare lì ?? E il fatto che lo Stato fosse stato diviso non era una cosa positiva ? Mi augurro che mi rispondiate . Saluti e complimenti per il blog ;)

  1. Anonimo ha detto...:

    sono una dodicenne e dovevo fare una ricerca su questo argomento


  1. Anonimo ha detto...:

    bene...

  1. Anonimo ha detto...:

    Vi consiglio di appassionarvi veramente di storia...ne siete lontani...il problema non è di essere ipocritamente e apparentemente oggettivi (= disonestà intellettuale), nè quello di essere veramente oggettivi e obbiettivi (cosa difficilissima e forse neppure utile): Bisogna cercare con cuore sincero le verità e i fatti e non avere un'avversione forte e preconcetta per una parte perchè, altrimenti, si trovano solo le risposte che già ci siamo dati nel cuore!
    Comunque, per la precisione: lo stato palestinese non è mai esistito - nella guerra dei 6 giorni fu israele ad essere attaccato all'improvviso - le condizioni miserabili dei palestinesi sono dovute ai loro capi che si arricchiscono con le donazioni internazionali, in un sistema sociale feudale e intimidatorio. Nel mondo arabo non c'è interesse per i palestinesi ma un odio evidente per gli ebrei ed israele. Un odio vero che ne vuole la sparizione dalla faccia della terra...ed un odio così, davvero, oggettivamente, non mi sembra che sia reciproco.

  1. Anonimo ha detto...:

    per me gli israeli hanno la colpa perché nn è giusto che loro vanno nella terra nn loro e poi io sono una araba e non è vero che non vogliamo gli ebrei sulla faccia della terra ma solamente che non si possono possedersi di un territorio che non è loro; credo che non è bello che una popolazione si possiede della vostra terra senza reagire con le armi.

  1. Anonimo ha detto...:

    Tumnus

  1. Anonimo ha detto...:

    io sono un tunisino e lotto per i miei fratelli musulmani free palestine. <3 palestina<3

  1. Anonimo ha detto...:

    SUNMUT

  1. Anonimo ha detto...:

    tunisino, se vuoi lottare, lotta per una "possibile" ingiustizia non perché sei musulmano... tu ed io siamo uomini prima di essere musulmani,ebrei,cattolici
    ci sono video dove palestinesi e israeliani insieme dichiarano di voler dimenticare e passare oltre... loro sono fratelli.. ognuno può farsi una idea sulla vicenda palestinese. gli israeliani hanno creato un giardino in mezzo al deserto, una potenza tecnologica. ps: ho scritto israeliani non ebrei

  1. Anonimo ha detto...:

    sono un 14enne curioso, secondo me tutta questa guerra non ha senso.
    è infatti un controsenso che un ebreo crea una guerra, se lo fosse non sarebbe più un ebreo... è contro la loro legge

  1. Anonimo ha detto...:

    tytytyewrgrtwu tyh764ewcw ercew

  1. Anonimo ha detto...:

    Io sono daccordo sul fatto che tutti noi siamo fratelli .. É la veritá.. Però non sono daccordo con Israele.Non si puó occupare un territorio gia occupato da un'altra cultura. E poi pretendere di decidere se concedere un pezzo ti territorio o no ai propri indigeni. Non é giusto. I palestinesi poi gli avevano accolti benevolmente e loro come gli ringrazaiano? Uccidendoli? Ma che popolo del c***o è? Vedo ogni giorno quello che gli ebrei fanno ai musulmani ed è ingiusto. Non è che se gli ebrei in passato sono stati oggetto di sterminio debbano rifare la stessa cosa sui palestinesi. i Palestinesi devono essere liberi !

  1. Anonimo ha detto...:

    Viva la Palestina, viva i palestinesi.
    Fratelli, i nostri cuori sono con voi, le nostre armi sono per volontà di Allah con voi.
    Riverseremo le nostre anime per quelle dei vostri e nostri innocenti.
    Preghiamo ogni giorno per le vostre vedove, le vostre vergini, i vostri cari.
    Palestina libera!!

  1. Anonimo ha detto...:

    Errare è umano, persistere è diabolico.
    giustificarsi con la scusa: -anche noi abbiamo sofferto con Hitler.- è schifoso.

  1. Anonimo ha detto...:

    io penso che ha sbagliato l'onu a mettere li il popolo israeliano e non è giusto che israele vada li e faccia il suo comodo come non è giusto che gli arabi non vogliano convivere mi scuso se dico cose sbagliata ma questo è solo il mio pensiero da 13enne

  1. Anonimo ha detto...:

    dico solo che nessuno delle 2 fazioni ha veramente ragione

  1. Anonimo ha detto...:

    La verità è che la Palestina era une terrra arida e improduttiva e gli ebrei l'hanno trasformata in un'oasi ricca e civile.E a lavoro compiuto, la Palestina adesso rivuole indietro "le proprie terre"!Chi conosce bene gli arabi musulmani, l'odio gratuito che viene loro incuclato sin da tenera età nei confronti di tutti noi "cani infedeli", non può che essere a favore di Israele.Maometto l'integrazione non l'hai mai voluta!Maometto ha predicato l'odio, la violenza, la guerra, l'intolleranza.Basta leggere la sura 5 versetto 33 del Corano per capire:"La ricompensa di coloro che fanno la guerra ad Allah e al Suo Messaggero e che seminano la corruzione sulla terra è che siano uccisi o crocifissi, che siano loro tagliate la mano e la gamba da lati opposti o che siano esiliati sulla terra: ecco l'ignominia che li toccherà in questa vita; nell'altra vita avranno castigo immenso".

  1. Andrea L. ha detto...:

    I Palestinesi, giustamente, si ribellano a questa iniqua decisione ed iniziano i primi conflitti a fuoco.

    Giustamente? E il fuoco, anche quello è giustamente? Eh sì, siamo ancora un po' fascisti.

  1. Anonimo ha detto...:

    Siamo fascisti chiedendo che vivano civilmente?O che smettano di massacrare civili per una cosa che non gli appartiene??? e secondo te è giusto che mi basta essere cattolica per avere la cittadinanza in Italia?Da atea penso che agli italiani brucerebbe così tanto il culo da reagire in egual modo.Quindi non possiamo giudicare un popolo che ha solo chiesto di continuare a vivere dove già viveva. Dovresti cercare FASCISTA e leggere un pochetto..capiresti che gran cazzata quella parola di merda. Perdonate i francesismi,ma non è possibile stare ancora a parlare così..me ne vergogno.

  1. Anonimo ha detto...:

    dove sono finiti i ragazzini che tiravano pietre ora volano razzi a decine al giorno. chi glieli da? chi fornisce le difese missilistiche avanzatissime, elicotteri e i carrarmati che ora si stanno schierando? secondo voi c entrano qualcosa i coloni-ebrei e i palestinesi? o stanno facendo l'ennesimo gioco e mentre fanno litigare i granchi si gonfiano le tasche di denaro dalle armi che vendono questi in ombra signori finanziatori di quella guerra come tante altre?...

  1. Bruno ha detto...:

    non andrei mai a una festa senza essere invitato, come non andrei in una casa senza essere gradito, figuriamoci vivere in una terra che non mi vuole. Invito a ascoltare "Ninna nanna" di Baglioni, su testo di Trilussa.

  1. Anonimo ha detto...:

    mi chiedo la storia cosa ha insegnato agli Ebrei se poi le stesse cose che Hitler fece al loro popolo....loro lo fanno al popolo Palestinese.........ma le foto di bambini trucidati dalle bombe mi fa dire che viviamo in un mondo di m.... dove i potenti li non intervengono e lasciano massacrare donne e bambini...i potenti aiutano solo stati dove alla fine traggono profitto

  1. Anonimo ha detto...:

    Ho 7 anni e sono parecchio interessato a questo argomento!! cosa sta succededo? :( :(

  1. Anonimo ha detto...:

    siamo stufi del vittimismo degli ebrei e degli israeliani che si sentono sempre perseguitati basta leggere l'Antico Testamento la loro storia è storia di stragi e delle loro conquiste più di 2 mila anni fa, in nome del fatto che si sentivano il popolo eletto da Dio hanno conquistato quelle terre versando fiumi di sangue dei popoli che vi abitavano ucciso tutti fino all'ultimo bambino hanno ucciso più innocenti loro che tutta la seconda guerra mondiale , io sono cattolica rispetto tutti ma non sopporto l'ingiustizia e la prepotenza.

  1. Anonimo ha detto...:

    Certo perchè i popoli del mondo non hanno stragi sulle spalle, i romani e la conquista di mezza europa antica, i tedeschi nella storia da Carlo Magno a Hitler, i russi e l'espansione orientale, la Cina e il Giappone, i Turchi e i balcani, gli Americani e l'arabia, gli Inglesi e le colonie....ma GLI ISRAELIANI popolo cattivo solo loro spargono sangue da tanti anni. Siete così ignoranti. Se vi dicono che non avete posto dove stare, andate e gli inglesi vi concedono di tornare nella vostra terra, l'Onu vi permette di rimanerci...voi cosa fareste? Poi i palestinesi iniziano la guerra e via BUUH ISRAELE CAMERE A GAS. Ps: gli ebrei non faranno mai quello che hanno fatto tedeschi, serbi e compagni belli su questo è poco ma sicuro. Non vedrete lager e campi di sterminio. E le olimpiadi di Monaco le dimenticate sempre in fretta vero free palestina?

  1. Anonimo ha detto...:

    Se avete bisogno di una terra tutta vostra dove stare, venite pure in Italia, vi accogglieremo degnamente cme siamo abituati a fare

  1. Anonimo ha detto...:

    FREE PALESTINE

  1. Anonimo ha detto...:

    Non è che ci vuole una scienza a capire che la storia piena di pagine nere come questa. Il discorso è un altro: indipendentemente da chi ha sbagliato il prezzo che umanamente stanno pagando è troppo alto. Il giro di soldi dietro chi gli ha venduto le armi e la non volontà di fermare questo scempio NON può essere nascosto dietro chi ha ragione e chi ha torto. Chissenefrega di chi ha cominciato, stanno morendo persone laggiù!

  1. Anonimo ha detto...:

    Grazie per la semplicità con cui hai scritto quest'articolo e ringrazio anche coloro che hanno scritto i vari commenti, perché tutto aiuta a capire. A prescindere dalle colpe che hanno radici lontane ma il sangue sparso è ancora fresco, la cosa da fare sarebbe aiutare quella gente che sta' morendo e vive l'atrocità della guerra. Perdonatemi ma dovremmo concentrarci su una possibilità di aiuto piuttosto che sul giudizio dell'articolo , a mio avviso scritto con umiltà e determinzione

  1. Anonimo ha detto...:

    non c' è nulla da fare la colpa è sempre nostra,ossia dei paesi occidentali ! siamo noi che dobbiamo decidere per un popolo dove debba insediarsi perche lo dice un misero testo biblico ????? ma allora liberiamo anche la principessa dal castello e mandiamole il principe azzurro ! ma per cortesia

  1. Anonimo ha detto...:

    Non è più questione di torto o ragione. L'odio reciproco ha fornito l'occasione di lucrare sull'ennesimo conflitto. Gli interessi economici soffiano sulle braci dell'odio e il fuco divampa, bruciando tutto. Chi sono i responsabili? Coloro che odiano e quindi anche quelli che si schierano col medesimo sentimento. I guerrafondai fanno il loro lavoro, come gli avvoltoi. Anche i commenti a distanza, se alimentati dall'odio, contribuiscono a propagare il conflitto e a uccidere altri esseri umani. Questi conflitti portano in superficie l'odio di cui l'essere umano è capace, ma anche indicano la strada che dobbiamo intraprendere per evitare il dolore.

  1. Anonimo ha detto...:

    Palestina, Palestinesi, poveri palestinesi!!! I palestinesi sono vittime di Hamas, Sapete che cosa e' Hanas? E' quello che ogni tanto aggredisce Isralelecs parando per primi imissili.
    Lo Statuto di Hamas si propone la cancellazione dello Stato di Israele e la sua sostituzione con un Stato islamico palestinese. La stessa Carta dichiara che "non esiste soluzione alla questione palestinese se non nel jihad
    Cos'e' la Jihad, parola araba che significa "esercitare il massimo sforzo". La parola connota un ampio spettro di significati, dalla lotta interiore spirituale per attingere una perfetta fede fino alla guerra come risposta in caso di attacco. Il termine fa riferimento ad una delle istituzioni fondamentali dell'Islam.Sia per i musulmani, sia per i non musulmani gli attacchi dei militanti sotto l'egida dello jihād possono essere percepiti come atti di terrorismo. Due gruppi islamisti si chiamano "Jihād islamico": l'Egyptian Islamic Jihad e il Palestinian Islamic Jihad. I fiancheggiatori di questi gruppi percepiscono una giustificazione religiosa forte per un'interpretazione militante del termine jihād quale risposta adeguata all'occupazione israeliana della Cisgiordania (o "West Bank", all'inglese) e della Striscia di Gaza. L'ISRAELE E" STATO ISTITUITO nel '47 dall'ONU, Non ha rubato nulla, I Musulmani sono come la mafia invece dei giordini, creano deserti.!!!! Buonisti, intellettualoidi, polemici ITALIANI!!!

  1. Anonimo ha detto...:

    E’ Israele che bombarda Gaza oppure sono i terroristi che attaccano Israele?

    Com’era ampiamente prevedibile (e previsto), dopo che i terroristi di Gaza hanno lanciato centinaia di missili su Israele nel totale silenzio dei media, non appena un aereo israeliano ha colpito un obbiettivo militare a Gaza si è scatenata la lotta dei titoli: “Israele attacca Gaza” e “Israele bombarda Gaza” sono quelli più gettonati. Naturalmente nessuno (o pochissimi) dei “grandi media” e dei “grandi giornalisti” vi dice che quella di Israele è una reazione al lancio di centinaia di missili. Non possono farlo poveretti, sono stati silenti per mesi mentre ogni giorno piovevano missili sul sud di Israele e adesso come fanno a raccontarci che “Israele reagisce”? Meglio dire che “Israele attacca”.

    Gaza, prigione a cielo aperto oppure califfato islamico?

    Un altro mantra che sentirete ripetere all’infinito è quello di “Gaza, prigione a cielo aperto”. In realtà Gaza non è affatto una prigione a cielo aperto, è solo un califfato islamico dominato da un gruppo di terroristi estremisti che hanno come primo obbiettivo quello di distruggere Israele e, in seconda battuta, di estendere il loro califfato a tutto il Medio Oriente. Per questo motivo Gaza è isolata. Anche l’Egitto, che pure è un paese musulmano, ha duramente colpito Hamas e ha sigillato le sue frontiere con la Striscia di Gaza. Eppure, nonostante tutto questo, è Israele che porta aiuti umanitari a Gaza, che gli da il carburante per far funzionare la centrale elettrica, che fornisce i servizi telefonici e internet. Chi altri lo farebbe con un nemico dichiarato e così pericoloso? A Gaza c’è di tutto, dai grandi centri commerciali alle ville con piscina dei boss di Hamas (questo video può essere un buon punto di partenza per comprendere). Ma naturalmente la cosa non fa trend nei “grandi media”. Meglio parlare di prigione a cielo aperto o addirittura di lager.

    E allora non vi chiediamo di schierarvi a favore di uno o dell’altro, vi chiediamo solo di stare attenti alle informazioni che vi passano i “grandi media” e i “grandi giornalisti”, di riflettere su poche ed essenziali cose prima di giudicare dai titoli. Se poi pensate alla differenza che c’è tra una democrazia e un califfato islamico, allora non serve dire altro. Sarete voi stessi che saprete da che parte stare.

  1. Anonimo ha detto...:

    Bel progetto. Vorrei se fosse possibile una verità vicino alla VERITÀ. Grazie a tutti

  1. Anonimo ha detto...:

    Ogni progetto e bello ed è buono se porta ad una soluzione positiva... certamente, io sono interessatissimo a questo progetto di conflitto alla ricerca di un territorio, che lo spazio ed il tempo, da millenni ancora è incompiuto! Ma chi è l'essere umano? e come girano i suoi neuroni nella sua testa? è facile indottrinarlo? e creargli fissi schemi mentali?!! Oh! crediamo nella evoluzione (e dal nulla, ora siamo)!!! oppure crediamo ad un Creatore di più Universi, oltre i buchi neri; materia oscura, oltre alle particelle più piccole del bosone che quest'ultime passano attraversano la materia! Quanta energia sconosciuta e forze oscure esistono e non abbiamo ancora scoperto, oltre altre vite extraterrestre, ect ect ect.

    Ma non vi rendete conto che l'uomo è basato e formato da una struttura di potere; ogni nazione è governata; ogni continente è governato; anche i moneta e l'economia e governata; è sotto il potere! Noi come marionette, ci mettiamo a fare guerra gli uni con gli altri !!!

    L'unione fa la forza, mentre la dispersione non edifica ma ci annienta!! Se fossimo più umani invece di bestie-umane peggio degli animali, cominceremmo a discernere le parole ed i consigli di Jeshua: ascoltare; accogliere; ma soprattutto condividere tutto ciò che abbiamo ma non con gli Uni ma con gli Altri!!

    Jeshua era venuto per gli altri, oltre che per gli Uni, e condivideva ogni cosa e donava ogni cosa, oltre a pulire i piedi, condividere il pane e bere il vino in un unico calice!

    Ma cosa ci azzecca ora La Palestina ed Israele??? la soluzione è che Dio Adonai, fece un patto con Il popolo Ebreo, e Dio Mantiene ogni promessa!! che non rimarrà mai incompiuta!

    Se avessimo l'intelletto e la ragione e la saggezza come vere persone umane, allora sapremmo per certo che per ogni singolo problema esistono più di mille soluzioni, ma se ognuno di noi che ha una sua propria storia e sua metodologia di comportamento la quale propria storia, gli altri: non ascoltano; non accolgono; e non condividono; allora purtroppo le forze del male (le tenebre) che si sono radicate credo non possano più farci usare la ragione ( come farsi esplodere come bombe umane per uccidere gli altri "dove è la ragione in questo atto"- Certamente non sono insegnamenti di Dio-

    E' scritto, che Dio è l'unico Re degli eserciti ! La Guerra anche se fosse Atomica, per il nostro Creatore dell'Universo Dio, neanche la percepisce, ma invece la sua Guerra (il calice di ira che è traboccato) farà peggio della distruzione di Sodoma e Gomorra.

    Ma E' scritto, che tutte le 12 Tribù, sotto una Unica Bandiera di Davide, ritorneranno e ci saranno dei segni
    (che già ci sono) e questa ultima generazione non passerà affatto che il Re dei Re e Signore dei Signori Re degli Eserciti Lui stesso ristabilirà il suo popolo prediletto gli Ebrei nello Stato di Israele, ovvero, territorio di Dio Adonai, come dal patto che fece con Abramo, Isacco e Giacobbe, e Dio spazzerà via tutto il marcio, ed anche gli uomini-bestiali che non si ravvedano prima, è Lui sarà il Governatore anche del Pianeta Terra oltre il Terzo Cielo!

    Credete nel Creatore nostro Dio, godetevi la Paternità in Lui come veri figli suoi, Dio dice:
    - Il passato è passato (Io cancello ogni cosa e non la ricordo più)
    - Ora, ora, ora, ora, in questo minuto secondo, tu puoi fare, perché:
    - Il futuro è nelle mie mani, ogni respiro che tu fai, Io Adonai ti do la vita!!!
    - Ravvediti, Convertiti, fai di te stesso un uomo nuovo!! Saulo divenne Paolo per opera mia divieni anche Tu Paolo!!
    Nel mio Regno non si entra se non c’è amore per gli ALTRI!!!!!

  1. Anonimo ha detto...:

    Le religioni (tutte) sono la linfa delle guerre. E tu sei parte di questa idiozia

  1. Anonimo ha detto...:

    Ma sa ad un popolo la terra gliela ha promessa dio e l'altro popolo lotta in nome di allah.... vi rendete conto di quanti coglioni muoiono per nulla?

  1. Anonimo ha detto...:

    Le tre religioni monoteiste (cristianesimo, ebraismo e islam) nella storia sono state la causa principale di guerre, stragi e persecuzioni. Il giorno in cui l'uomo si libererà di ogni forma di religione e si farà guidare esclusivamente dalla ragione, il mondo sarà molto più pacifico.

  1. Vincenzo Nicola ha detto...:

    Gli ebrei rifiutano la tregua di 7 giorni e, intanto le vittime salgono a oltre 800.
    Attraverso il loro vittimismo in memoria di...credono di accaparrarsi il diritto di tutto. Non mi è mai piaciuto questo popolo presuntuoso, arrogante e parassita.

  1. Saro ha detto...:

    C'è un mondo intero che grida "Palestina libera!", e che si proclama "Pro Palestina", quando invece sono proprio i palestinesi i terroristi (Hamas). Loro bombardano di continuo Israele e nessuno lo dice, Israele (giustamente) reagisce e subito la notizia fa il giro del mondo in 80 secondi. L'attuale nazione politica di Israele era chiamata Canaan, e Dio, dopo che liberò gli israeliti dalla schiavitù in Egitto che durava da 430 anni, li portò nella cosiddetta terra promessa, cioè l'attuale Israele. Lì, il popolo che era più agguerrito con gli israeliti erano i filistei, così chiamati perchè appartenevano alla Filistia, questo nome non vi ricorda niente? Proprio così: Filistia-Palestina, Filistei-Palestinesi, Israeliti-Israeliani. Da questo si evince che la storia non sta facendo altro che ripetersi. Il problema serio nasce a cavallo tra l'800 e il 900, quando gli israeliani vennero deportati, e cioè costretti a lasciare la loro terra per essere sparsi su tutte le nazioni del mondo. Fino a quando nel 1948, con l'aiuto degli Stati Uniti, tutti gli israeliani vengono presi dalle varie nazioni e riaccompagnati nella loro nazione. Ma cosa succede? Succede che mentre loro erano sparsi in tutto il mondo, i palestinesi si impossessavano della nazione degli israeliani. Da qui nasce il conflitto. Ma la terra appartiene di diritto agli israeliani. I palestinesi hanno usurpato ciò che non è loro e che non gli appartiene. Quella terra l'ha data Dio al suo popolo (Israele), e quindi chi sono gli esseri umani per dire che sono i palestinesi gli aventi diritto? Quella terra è degli israeliani e lo sarà sempre. Dio benedica Israele e disperda tutti coloro che lo disprezzano e lo odiano.

  1. Francesco Paolucci ha detto...:

    Finalmente della verità! Forse non tutti sanno che i palestinesi hanno lanciato migliaia di missili contro gli israeliani, che però hanno saputo rispondere intercettandoli e facendoli esplodere in aria, ed ora dato che Israele ha contrattaccato sono diventati delle schifose bestie. Beh, allora sappiate che i cari palestinesi hanno SCELTO di costruire le proprie BASI MILITARI in ospedali e campi profughi, per far sì che gente ignorante come voi possa dargli dei "poverini" e che gli israeliani passino per "bestie". Palestinesi cani e vigliacchi!

  1. Saro ha detto...:

    L'amico Francesco Paolucci ha integrato altra verità su quanto già ho scritto. E come già ho detto Israele è sempre stato, è ancora e sarà per sempre il popolo di Dio e nessuno mai lo potrà sconfiggere. Devono crepare tutti i terroristi palestinesi. Pro Israele tutta la vita.

  1. Anonimo ha detto...:

    ma che vuol dire che quella terra è stata data da Dio al suo popolo ? Dio esiste per chi ci crede ...o mi sono perso qualcosa ?? per quanto mi riguarda chi usa le armi sbaglia sempre e nessun Dio può predicare qualcosa di diverso. ..chi dice il contrario è solo un fanatico ...e mi sa che chi si arroga il diritto della verità assoluta è colui che non conosce la storia

  1. Anonimo ha detto...:

    quella terra è stata data da Dio al suo popolo?? state parlando di leggenda o cosa? chi è Dio? ...vorrei solo ricordarvi che yasser arafat..è stato insignito del premio nobel per la pace...e anche lui era palestinese...anzi il simbolo della palestina! basta coi luoghi comuni tipo "palestinesi terroristi"!

  1. Anonimo ha detto...:

    Allah e El non sono la stessa persona? chi mi sa rispondere?

  1. Anonimo ha detto...:

    Quindi i palestinesi non sono terroristi? Hamas è un gruppo di schifosissimi terroristi e sono PALESTINESI. Puoi negare l'evidenza quanto vuoi ma non ti servirà a nulla perchè questa è la realtà. Poi se metti in dubbio anche l'esistenza di Dio allora è inutile che continuo a tentare di spiegarti altre cose, riguardanti anche quel criminale camuffato fa angioletto di Arafat, tanto non capiresti un granché. W Israele!

  1. Anonimo ha detto...:

    Non sono la stessa cosa. Allah è il dio luna che odia profondamente tutto l'Ebraismo e il Cristianesimo del mondo. Insegna ai suoi fedeli di sterminare quanti più cristiani possibili, e una volta che lo fanno troveranno il loro dio nell'aldilà che darà ad ognuno di loro il premio, e cioè 70 castelli ognuno contenente 70 vergini. Quante menzogne. Spero di essere stato abbastanza esaustivo.

  1. Anonimo ha detto...:

    ...cacchio, ragazzi!! ma quanta rozza ignoranza della storia!! ma chi è quello/a che ha scritto l'articolo mistificante, fonte di tutta questa sbroda antisemita? e faccio notare che semiti sono gli ebrei ma anche i palestinesi... poveretti voi che annegate nell'ignoranza, come rincoglioniti fumatori d'oppio. La storia si scrive su documenti e ricerca storici; e leggendo tutte le fonti, quelle di una parte, quelle dell'altra parte, e quelle, diciamo, neutrali (o almeno non schierate); purtroppo, la storia dà torto ai dirigenti arabo-palestinesi, che hanno affamato e precipitato nella sofferenza il "loro" popolo accumulando continue decisioni suicide a ogni possibile svolta di pace, salvo naturalmente - come quasi da sempre succede nelle corrotte non-democrazie arabe (ma questi quattro paccifisti de'ri amici ssua, che hanno sproloquiato su questa pagina, sanno che Israele è l'unico paese democratico della regione del Vicino Oriente?) - arricchirsi di potere e denaro per se stessi. Corraggio raggazzi/e, non è detto che si debba vivere per semre nella sciocca ignoranza: LEGGETE! LEGGETE! LEGGETE! (Il mio nome è Pietro)

  1. Anonimo ha detto...:

    Caro Pietro, hai scritto tanto e non hai scritto niente. L'anonimo che ha fatto quell'intervento ha scritto cose giuste e tu invece dimostri di non aver capito un bel niente e che sei solo in grado di attaccare paroloni uno dopo l'altro senza criterio. E consigli agli altri di leggere??? Ma per favore smettila.

  1. Anonimo ha detto...:

    caro anonimo del 10 agosto, capisco: la verità fa male. Per "leggere", infatti, non intendevo solo il rivolgersi a libri e riviste di vario orientamento e introiettarne le parole, ma anche interpretarne criticamente il significato, per formulare una propria idea. Per ora, mi pare che tu sia ancora alla prima fase, quella che ti lascia nell'ignoranza; che, poi, se una persona è presuntuosa, ti lascia anche nell'arroganza e nel pregiudizio. Ciao Pietro

  1. Anonimo ha detto...:

    Ma guardate come vi fate la guerra.
    Credo vi picchiereste se foste gli uni davanti agli altri. Con questi presupposti la pace non esisterå mai.
    Non siamo in grado di esporre i nostri punti di vista, le nostre ragioni, o di spiegare la storia senza essere rabbiosi.
    Ma che animali che siamo.

  1. Anonimo ha detto...:

    Ma chi e' quel Dio che vuole tutto questo?

  1. Anonimo ha detto...:

    Questa gente è tutta malata mentale! Nessuno è buono!lì tutti uccidono tutti! Mi dispiace solo per chi va lì per aiutare e viene ucciso come quel povero reporter americano!che schifo gente,che schifo!

  1. Anonimo ha detto...:

    Perchè "GIUSTAMENTE" rispondono col fuoco?

  1. Anonimo ha detto...:

    sono una dodicenne , dovevo fare una ricerca e mi hai aiutato veramente , bel blog

  1. Anonimo ha detto...:

    IO AMO QUESTO SITO fottiti proff di italiano

  1. Pietro ha detto...:

    Inesattezze:

    1- Non ha senso non citare l'attentato al King David Hotel. Fu fondamentale per la storia (E si tratta di terrorismo sionista).
    2- "Giustamente" e "povero" si possono intendere senza specificarli, basta spiegare TUTTI i fatti.
    3- Il PIL di Israele è di 257 miliardi di dollari, e non 150mila miliardi (Mi pareva assurdo).

    Da un antisionista che preferirebbe 1 articolo corretto a 100 sbagliati sulla causa.

  1. Unknown ha detto...:

    Non capirete mai nulla di religione e del vostro dio.... dio con qualsiasi nome esso si chiami è il creatore della vita e voi non rispettando la vita umana commettete il crimine più vergognoso per l umanità!
    convivere pacificamente amare il prossimo! Questo è essere veri religiosi!!!! Amate e non fate agli altri ciò che non vorreste per voi! Tanto semplice quanto difficile da capire!!!

  1. Anonimo ha detto...:

    ...penso che siate un pò lontani! Nessuno ha parlato di petrolio. Sapete perchè Israele è stato creato proprio in quella zona del mondo? Perchè gli Inglesi e gli americani non hanno dato loro un territorio diverso? La religione non c 'entra, anche se oggi sembra di moda giustificare tutte le atrocità del mondo in nome di un credo.Il vero Dio per cui si combatte...è il denaro. Piango per le vittime innocenti francesi, per i russi deceduti nell' aereo esploso in volo.Ma piango anche per le vittime siriane dei bombardamenti russi e francesi. Dobbiamo mettere da parte l 'ipocrisia; ed imparare la storia per capire il presente.

  1. Angelo ha detto...:
    Questo commento è stato eliminato dall'autore.
  1. Angelo ha detto...:

    Scusate ma perché non definite i palestinesi "nazisti"? Hitler ha perseguitato gli ebrei perché non li voleva nella sua terra e per questo è un nazista. Noi italiani non vogliamo gli stranieri in Italia e siamo definiti "razzisti - fascisti" ecc. Ecc. I palestinesi si comportano proprio come noi e come i tedeschi ai tempi della seconda guerra mondiale, quindi perché li difendete? I palestinesi devono essere contenti di avere in casa loro un popolo straniero. Gli stranieri portano dei valori e delle risorse che i palestinesi (come gli italiani) non hanno!

  1. Anonimo ha detto...:

    Io ho 12 anni per me questa guerra è solo uno spargimento di sangue. Io vorrei fare il militare ma non perché voglio fare la guerra ma perché voglio difendere il mio paese

  1. Anonimo ha detto...:

    Mi è stato molto utile, complimenti!

  1. Gianni Detratti ha detto...:

    Purtroppo, credo, che i palestinesi, abbiano due "problemi". Da una parte, c'è Israele, dall'altra, ci sono, l'OLP e Hamas, che dalla "gestione" del popolo palestinese, traggono, potere e ricchezza. Se Israele concedesse, tutto ciò che chiedono i palestinesi, o addirittura cessasse di esistere, Hamas e l'OLP diventerebbero irrilevanti, ecco perchè questa è una never ending story. Pare, che Arafat avesse accumulato una fortuna personale, di un miliardo di dollari, poi sparito a Parigi, quando è morto.

  1. Mi chiedo cosa dovevano fare gli Ebrei dopo aver subito l'olocausto costato circa 6/8 milioni di morti ammazzati e sappiamo come.Hanno avuto attraverso una risoluzione dell'ONU la possibilità di rientrare nelle loro terre che erano state conquistate dagli Inglesi contro gli Ottomani.La terra promessa agognata era per gli Ebrei un sogno: quello di ritrovarsi dopo l'olocausto tutti insieme IN PACE ( questo loro chiedevano e volevano) in una terra dove avrebbero potuto convivere tra di loro e con gli arabi e facendo con il loro encomiabile lavoro una terra prolifica ricostruendo praticamente il tutto con la loro proverbiale capacità di riuscire in qualsiasi cosa essi si propongono. Così è stato , nonostante i continui attacchi e provocazioni arabe-palestinesi.Non hanno fatto e non fanno altro che difendere strenuamente la loro terra anche se a loro ( donata ) da parte dell'ONU. Tutto il resto è noia.Oggi lo Stato di Israele è l'unico ( di quelle zone ) che somiglia ad una terra libera , democratica , civile e da loro resa RICCA. Cosa si può dire su questo. Nulla, solo BRAVI.Del resto, mettiamocelo in testa.Dove dovrebbero vivere ! Dove dovrebbero andare ! L'odio del mondo arabo non ha senso. Loro non riescono a far nulla se non a creare caos con la loro innata volontà di guerreggiare, solo questo.Se non avessero ciò ( armi incluse ) sarebbero un porcile di uomini dediti all'alcool ed alla droga. Il che sarebbe mgeglio così non si creerebbero quei grupi di fanatici islamici che terrorizzano il Mondo.Anche se in questo l'occidente ha , di certo, le sue responsabilità.Mi firmo, non temo ripercusSioni se il pensiero è LIBERO. ARMELLINI LUCIO.

  1. Anonimo ha detto...:

    strano che gli Ebrei siano i cattivi e che l'ONU riconosca un'organizzazione come l'OLP che, tra l'altro, è l'acronimo di "Organizzazione per la Liberazione della Palestina". liberarla da cosa?!?!?
    i veri criminali sono i "palestinesi" che non sono altro che arabi abbandonati alla deriva dai loro paesi di origine come scusa per eliminare Israele.

  1. Anonimo ha detto...:

    Ancora qui a prendere le parti di uno o dell' altro ? Mi congratulò con tutti voi ... Finché' penserete così fate solo il loro gioco .. Qui il problema non sono i palestinesi o gli israeliani ma chi fomenta questa guerra come tante altre .. I grandi poteri economici e politici .. Quelli che da mezzo secolo guadagnano grazie anche a questa guerra . si può anche riflettere sul fatto che l' olocausto sia tornato utile a quei sionisti che poi hanno messo le mani sulla palestina .. Io di generalizzare non ci sto' ... Palestinesi e israeliani sono persone e come tutti gli esseri umani avrebbero voluto una storia pacifica alle spalle ... Sono entrambi vittime di un sistema che fomenta l' odio per arricchirsi di potere e dire a te lavora fai il bravo e non rompere le palle ..

  1. Anonimo ha detto...:

    secondo me era meglio bulbasaur

  1. Unknown ha detto...:
    Questo commento è stato eliminato dall'autore.
  1. Anonimo ha detto...:

    no era meglio ciarizard

  1. Unknown ha detto...:

    ma cosa dici quella terra é di palestine e quel paese non si chiama israele si chiama paledtine ...e sono li israeli che anno rubato il paese di palestine ..e sono morti molti innocenti palestinesi poveri bambini piccoli e donne e tutti massecrati ..verra un giorno e saprete tutta la verità ..viva palestine

  1. housem ha detto...:

    ma cosa dici quella terra é di palestine e quel paese non si chiama israele si chiama paledtine ...e sono li israeli che anno rubato il paese di palestine ..e sono morti molti innocenti palestinesi poveri bambini piccoli e donne e tutti massecrati ..verra un giorno e saprete tutta la verità ..viva palestine

  1. Anonimo ha detto...:

    Scusa, ma la Palestina non era neanche d'accordo sul fatto di dividere il territorio, ed è un loro diritto dire no al fatto che la loro terra natia venga divisa con degli estranei.

  1. Anonimo ha detto...:

    Vivo a Tel Aviv. Non sono ebreo e per me Israele é un dato di fatto, si possono avere opinioni diverse su come viene governato, ma é assurdo metterne in discussione l'esistenza, tanto piu che é un Paese moderno con infrastrutture efficienti ed é una Societá civile avanzata. C'é un livello di tolleranza molto piu elevato di quello italiano, nelle scuole e persino nell'esercito viene insegnato il rispetto e i diritti. Ovviamente ci sono frange estremiste, come ovunque, e meno che in Italia. Ci sono numerose iniziative in cui israelieni e arabi insieme operano insieme. Nonostante le ondate di terrorismo e i frequenti lanci di missili dai territori (di vui nessuno oarla) la vita continua regolare e la gente ga sltro a cui pensare, tra lavoro, studio, divertimento e cose normali. Il problema dei coloni (attualmente uno dei principali motivi di frustrazione per chi vive nei territori) é sopportato con esaspetazione dalla maggior parte degli israeliani, che d'altra parte non vivono serenamente il fatto di avere intorno stati che piu o meno apertamente vorrebbe cancellare la loro esistenza. É difficile dire quale sia la migliore soluzione (uno o due stati? Gerusalemme?). Secondo me gli ultimi governi perseguono una politica irresponsabile e troppo succube della minoranza ortodossa, ma i palestinesi farebbero bene a liberarsi della loro classe politica altrettanto irresponsabile, oltre che incapace e corrotta:
    IRRESPONSABILE
    Nei territori vengono distribuite caramelle ai bambini quando un terrorista si "immola" ammazzando civili israeliani. Nelle scuole viene insegnato odio e vendetta. Viene accettato se non promosso il terrorismo vome strategia politica
    CORROTTO
    non é vero che non ci sono risorse economiche: donazioni e sovvenzionamenti dal mondo arabo sono cospicui, ma servono ad arricchire la classe politica e a sovvenzionare il terrorismo.
    INCAPACE
    se negli ultimi decenni i governi palestinesi avessero costruito sul suo territorio almeno la metá di quello che gli israeliani hanno costruito sul loro, non si porrebbe nemmeno il problema di coloni che costuiscono abusivamente i loro insediamenti

  1. Benedetto Scarpinato ha detto...:

    Porco dio o sono 10 righe o sono la bibbia intera, decidetevi dio cane...quell'o più ve lo infilo tranquillamente senza vasella nel deretano figghi d'androcchiaputtana la madonna segnalate il commento è vi banno la vita

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
La politica semplice © 2011 | Designed by RumahDijual, in collaboration with Online Casino, Uncharted 3 and MW3 Forum